Ero in cerca di lavoro. Il 20 Ottobre del 2017 dopo diverse ricerche trovo l'azienda che potrebbe interessarmi e che stava facendo dei colloqui, quindi mi organizzo e con determinazione vado a raggiungere il luogo.

 

Ero accompagnata da alcune amiche, che come me cercavano impiego, quando noto un ragazzo, seduto su uno di quei macchinari, tutto sporco e pieno di grasso, intento a lavorare. Vedendoci, si precipita giù, per venirci incontro e presentarsi, ma con aria di superiorità e con un pò di superficialità si rende un pò sbruffone. Faccio il colloquio e quello che mi resta in mente, sono solo i pochi secondi in cui vidi lui. Non era mia intenzione ritornare in quel luogo. Non mi sentii a mio agio e non apprezzai per niente il comportamento di quel ragazzo, ma la mattina seguente ricevetti una chiamata, con un'occasione che non potevo rifiutare: avevo superato il colloquio e dovevo presentarmi per l'assunzione. 

Iniziai a lavorare in azienda. Lui non era sempre presente e quando c'era aveva sempre quella stessa aria da superiorità che odiavo, ma che in fondo mi aveva già fatto perdere la testa. Il suo sguardo era sicuro e profondo ed io non facevo altro che sognare ad occhi aperti e mi perdevo in lui, nei suoi occhi e nel suo modo di fare.

La mia non era una storia semplice, perchè avevo alle spalle tanti anni di fidanzamento con un uomo che ancora mi perseguitava e forse, non ne ero proprio uscita del tutto da quella situazione. 

Senza volere, un giorno e poi un altro, iniziammo ad avvicinarci durante la pausa caffè e nonostante il suo carattere introverso io avevo già capito cosa volevo... Lui!

Un giorno, durante una pausa, mi convinco...vado e lo bacio. 

Quel 20 Ottobre per me fu un colpo di fulmine. Quel disprezzo iniziale era invece già amore. Un'amore che continua ancora oggi e che ci sta permettendo di coronare il nostro sogno unendoci in matrimonio. 

 Gemma